tesseramento



LA STORIA

Nel 1961 un piccolo gruppo di giovani appassionati di montagna, si rivolge alla sezione del CAI di Mondovì per iscriversi al sodalizio. Il gruppo negli anni successivi aumenta il numero degli aderenti per cui nel 1966 si decise di fondare la sottosezione del Cai di Ormea, aggregata a Mondovì. I monregalesi accettarono i nuovi arrivati e anzi li appoggiarono quando nel 1967 decisero di intraprendere la costruzione del rifugio Valcaira - Ezio Arduino al Pizzo di Ormea.
In quegli anni, grazie alla intraprendenza del vicecurato di Ormea, si organizzarono le prime uscite sulle “alte vette”. Si andò in Svizzera alla Jungfrau, ad Alagna per salire il monte Rosa, in Val d’Aosta per il Gran Paradiso, mentre qualcuno più intraprendente saliva il Monte Bianco. Furono anche gli anni dei campi estivi in Val Maira e Gesso, del coro “Stella Alpina”, della costruzione del rifugio Valcaira.
Nel 1983 il numero dei soci si aggirava sulle 150 unità e si decise di richiedere il passaggio a sezione. Con l’appoggio di Mondovì in quello stesso anno nasceva la terza sezione del CAI nell’Alta Val Tanaro.
Da allora le attività si moltiplicarono fino al terribile aprile del 1997 quando un incidente privava la sezione del suo presidente, Ezio Arduino.
La storia più recenti vede la sezione impegnata nella riscoperta e valorizzazione della media montagna con il progetto della Balconata di Ormea.